frammento 19

Dal diario della FOTOGRAFA (IMENEO)

3 Marzo 2015, ore 21.36

Domani, finalmente, farò le ultime foto a Vera. Scatterò La Foto, quella che lei mostrerà ad Orfeo e con la quale lui diventerà definitivamente pazzo. Il messaggio dovrà essere molto  chiaro.

23(persito tagliata)

Lo spettacolo racchiuso in quell’immagine sarà una trappola. La perfezione catturerà il suo interesse e lo renderà schiavo. Sarà un incontro di luci e ombre al quale non potrà resistere e da cui non riuscirà più a scappare.

Vera non lo sa, ma le fotografie di questi mesi sono servite per metterla a suo agio davanti all’obiettivo. Il grande giorno si avvicina a grandi passi e noi daremo il meglio.

Non so ancora decidermi nella scelta del vestito e nemmeno sul colore dello scatto: sarà meglio a colori o quello più sofisticato in bianco e nero? Credo che ci penserò domani, certe cose è meglio deciderle all’ultimo, facendosi guidare anche un po’ dall’istinto.

Dovrò fare in modo che ogni dettaglio sia preciso. L’immobilità che regala quest’arte farà sì che lui possa osservare ogni cosa, anche la più minuta.

Tutto sembrerà spontaneo, come se ci fosse spazio per la propria immaginazione, ma nulla sarà lasciato al caso.

Vera sarà come un lago ghiacciato. Una distesa di acqua gelida che invita ad avvicinarsi, per provare a camminare sulla sua lucida superficie. Un lago che vuole essere desiderato, ma che odia il caldo. Se si prova a volerlo e ad offrirgli calore, ti inghiotte.