frammento 3

NARRATORE

Vera era una donna che amava annotare ogni situazione, ma soprattutto ogni pensiero.

Non escludo di farvi leggere anche qualche parte di diario, che non rientra nell’interesse della nostra storia, per farvi capire meglio il carattere e i sentimenti di Vera.

Deciderò più tardi.

A questo punto dovete sapere che a partire dal frammento precedente i riferimenti all’immortalità sono molto frequenti.

Non è necessario che li riporti tutti, è, però, indispensabile sapere che l’interrogarsi generico di Vera sull’immortalità è diventato, pian piano, un desiderio sempre più profondo di raggiungerla in qualche modo.

4

 

Dal diario di VERA

19 Novembre 2014, ore 10.00

In questi giorni ho letto sempre più testi sull’immortalità.

Ho trovato ulteriori pagine e aforismi, alcuni che fanno sorridere e che non ti lasciano nulla, altri interessanti e profondi.

Mi ha colpito, in particolare, un pensiero di Henri Cartier-Bresson sulla fotografia: “Le fotografie possono raggiungere l’eternità attraverso il momento”.

 

Dal diario di VERA

22 Novembre 2014, ore 23.00

 

Questo pomeriggio, casualmente, tra i miei libri, ne ho trovato uno sulla fotografia.

5

Che strano, non mi ricordavo di averlo acquistato, forse l’ha lasciato da me qualcuno…

Comunque, ho scoperto che il termine fotografare deriva dal greco antico e significa “scrivere con la luce”.

Penso proprio che mi farò una fotografia.

Sarebbe meglio che me la facessi fare, non credo sia il caso di mettersi a imparare la gestione di luci e colori.

Da quello che ho capito, sfogliando velocemente le pagine del libro, non è una cosa così semplice e non ho proprio il tempo di farlo.

Cercherò qualcuno, e non qualcuno a caso.

Un esperto, cercherò il migliore.